Cantine d'Italia 2012


Duemilavini 2008, Associazione Italiana Sommelier

“Vini saporiti e intriganti. Su tutti il Soave Sengialta, percorso, come del resto gli altri vini, da una gustosissima mineralità.

Soave Classico Vigneto Sengialta 2006: 4 Grappoli
Profumi di mela cotogna e frutti esotici, biancospino e nocciola. Al gusto ha una mineralità assai piacevole, è fresco, morbido e ammandorlato.

Scaligio 2004: 4 Grappoli
Rubino con aromi profondi giocati su amarena, mora, mirtillo e succo di ribes; scortano il corteo fruttato note di vaniglia, cioccolato e sandalo. I tannini sono schietti e decisi, ma comunque dolci e non penalizzano la morbidezza; finale balsamico e lievemente ammandorlato.

Soave Classico Lunalonga 2005
Alla pesca gialla, all’ananas e al gelsomino si uniscono note di ginestra e di vaniglia. Decisa la freschezza che si mitiga nelle note vanigliate.

Soave Classico 2006
Naso tutto orientato sulla frutta: mela golden e albicocca; poi pennellate minerali. Fresco, ammandorlato ma gradevolmente equilibrato.

Soave Classico Brut
Netti odori di pera e mela che tornano a dar sapore anche al gusto; fresco e con toni di mandorla nel finale.